classe Lerici - I serie - Navi Italiane

Bookmark and Share
Vai ai contenuti

Menu principale:

navi > principali > cacciamine


La nave è dotata complessivamente di 4 eliche; una a passo variabile a 5 pale per la propulsione principale e 3 (tutte intubate, due a poppa ed una a prora), mosse da motori idraulici per la propulsione di caccia.
Questi ultimi due sono capaci di erogare complessivamente 235 cavalli per imprimere all'unita` una velocita` massima di 6 nodi.
Oltre alla normale strumentazione per la navigazione (girobussola, scandagli, solcometro, radar, etc...) la classe Lerici dispone di un completo sistema di apparecchiature specifiche fra le quali:

- Sistema integrato di navigazione e tracciamento

- apparati di radio-navigazione

- ecogoniometro cacciamine a profondita` variabile

- sistema automatico per la identificazione e disti ne di mine

- sistema di telecomunicazioni comprendente apparati RX/TX/UHFIVHF/HF/MF.

Il Lerici e` stato realizzato impiegando un particolare tipo di vetroresina denominato F.R.P. (Fibre Reinforced Plastics). La F.R.P. contrariamente ai materiali tradizionali li consente di soddisfare contemporaneamente due esigenze prioritarie per un cacciamine:

- una assoluta amagneticita`, anche nei riguardi correnti parassite indotte dal rollio e dal beccheggio (correnti di Focault), prima ottenibile con le costruzioni in legno;

- una elevata resistenza antishock prima ottenibile lo con le costruzioni in acciaio.

Le unità Lerici e Sapri sono state poste in R.T.D. (Ridotta Tabella di Disponibilità) a seguito del piano di tagli alla difesa proposto dal ministro della Difesa nel 2012.


_ NAVE LERICI _

_ NAVE SAPRI _

_ NAVE MILAZZO _

_ NAVE VIESTE _



Ultimo aggiornamento: 21 marzo 2010      




 
Torna ai contenuti | Torna al menu